About Michele

About Michele Liberatore

Michele Liberatore è un Infermiere specializzato in Area Critica e Woundcare. Da tempo affascinato dal mondo della formazione e dell’informazione ha deciso di mettere a disposizione conoscenze, competenze, nuove tecniche e linee guida ai colleghi che abbiano voglia di imparare e quindi formarsi.

Sin da allievo infermiere ha nutrito un particolare interesse nell’approfondire i concetti appresi durante le lezioni frontali, spesso studiando su libri dedicati ai medici o da siti internet come PubMed o EBN.

Le sue Qualifiche:

  • Dottore in Scienze Infermieristiche con votazione di 110 e lode;
  • Master di 1° livello “Infermieristica Clinica dell’Area Critica e dell’Emergenza”;
  • Master di 1° livello “Management per le funzioni di Coordinamento nell’Infermieristica/Ostetricia”;
  • Specializzazione in Woundcare acquisita in Germania;
  • Specializzazione al Soccorso con Elisoccorso (HEMS);
  • Istruttore BLSD e PBLSD.

Missione e Filosofia

All’età di quindici anni, affascinato da quel mondo, entrai a far parte della Croce Rossa in qualità di volontario. Al compimento del diciottesimo ano di età iniziai a svolgere i primi soccorsi in ambulanza. WOW!!! Un mondo nuovo si apriva ai miei occhi, aiutare e soccorrere il prossimo, mettere a disposizione il mio tempo per coloro che si trovassero in situazione di necessità o di emergenza. Fu allora che in me si accese la passione. Decisi di voler Formarmi e Studiare per diventare un bravo Infermiere. Durante il secondo anno del corso di studi, mentre svolgevo il mio tirocinio in Pronto Soccorso, un Paziente, al quale avevo appena registrato una traccia ECG, mi chiese se fosse tutto apposto. Io, alle prime armi, non sapevo proprio cosa dire se non che avrei provveduto subito a fare refertare quell’ECG. Nell’attesa che il dottore controllasse il tracciato io chiesi ad un collega di dirmi se era tutto ok. Questo mi rispose che non ne sapeva niente!!! Io mi sentii profondamente imbarazzato e deluso, fu proprio quello l’istante in cui decisi che non mi sarebbe mai più dovuto accadere nulla di simile. Cosa feci? Iniziai a studiare ad informarmi e a formarmi.

“La Formazione per il Riconoscimento”

Un adeguato Riconoscimento Professionale non può prescindere da un’adeguata Formazione pratica e teorica. Soprattutto in questo momento storico, in cui si parla del riconoscimento delle competenze Specialistiche, la mia affermazione risulta ancora più veritiera. Non è infatti facendo paragoni con gli OSS né tantomeno con la sottoscrizione di un semplice contratto che si riuscirà ad ottenere il riconoscimento. La categoria Medica è quella che nel nostro settore gode di maggior rispetto e riconoscimento. Questo perché loro hanno una formazione Universitaria completa e scientifica per ogni specializzazione che esiste, formandoli in maniera ineccepibile. Tale formazione è riconosciuta da tutta la popolazione, la stessa che considera gli Infermieri come personale si indispensabile, ma per il quale non è necessaria una formazione Universitaria equiparabile a quella del Medico. Ed è qui l’errore più grande. L’Infermiere è un professionista Sanitario ed in quanto tale è tenuto a formarsi al fine di offrire la migliore e competente risposta possibile ai problemi di salute delle persone. Questo vuol dire non solo dover essere bravi ad eseguire una specifica tecnica, ma anche il sapere e saper spiegare scientificamente perché si esegue e cosa si ottiene da quella tecnica. Ad esempio non solo saper registrare una traccia ECG ma anche saperla interpretare e sapere quali sono le problematiche legate ad una eventuale patologia.

!!! E’ importantissimo capire che questo non vuol dire che potremmo sostituirci al medico nella formulazione delle diagnosi. Assolutamente no!!!

Ma pensate cosa potrebbero pensare di noi quei pazienti che quando ci fanno una domanda, ad esempio l’ECG è a posto, ricevono una risposta scientifica, esatta e puntuale. Sicuramente avrebbero un’impressione diversa del Professionista Infermiere. Ora immaginate, cosa accadrebbe se ognuno di noi riuscisse a fornire a tutti i Pazienti questo tipo di risposte ? Si esatto, sono sicuro che hai già capito la risposta….

!!!!   Il Riconoscimento  !!!!

… Il riconoscimento di tutti gli Infermieri come facenti parte di una Categoria di Professionisti Formati e Specializzati, il cui ruolo è essenziale per lo svolgimento delle Cure che siano esse Ospedaliere, Domiciliari o Ambulatoriali. Una categoria che godrebbe del prestigio di cui già gode in altri paesi del mondo.

Perciò ecco la mia Filosofia:

“La Formazione per il Riconoscimento”

Accedi all’area FORMAZIONE da qui.

Magari potrebbe interessarti la sezione INFERMIERI IN GERMANIA cliccando qui.

Ti invito a mettere mi Piace e a seguire la mia pagina Facebook

Se vuoi contattarmi basta compilare i campi qui sotto:

[:]
Condividi :