L’Alcalosi Metabolica, un metodo infallibile per ricordare le cause

L’Alcalosi Metabolica, un metodo infallibile per ricordare le cause

Aprile 30, 2018 0 Di MicheleLiberatore

[:it]

L’alcalosi metabolica

 

Vuoi studiare l’alcalosi metabolica e hai bisogno di conoscere una parola mnemonica che ti aiuti a ricordarne le cause?

Questo articolo ti fornirà una parola mnemonica in grado da rendere semplice ricordare segni, sintomi e gli interventi infermieristici in caso di alcalosi metabolica.

Inoltre, imparerai come differenziare l’alcalosi metabolica dall’acidosi metabolica.

Non dimenticare di svolgere il Quiz  sull’acidosi metabolica e sull’alcalosi metabolica a link più avanti.

 

Questo articolo affronterà:

 

  • Alcalosi metabolica in parole semplici;
  • Valori di laboratorio previsti con alcalosi metabolica;
  • Cause di alcalosi metabolica;
  • Segni e sintomi di alcalosi metabolica;
  • Interventi infermieristici per alcalosi metabolica.

 

 

Alcalosi metabolica in parole semplici

L’alcalosi metabolica in termini semplici è un problema metabolico causato dall’eccessiva perdita di acidi (H+) o dall’aumentata quantità di bicarbonati (HCO3) prodotti, che porta ad uno stato alcalino nel corpo.

Quando il corpo si trova in una situazione di alcalosi metabolica, altri sistemi cercano di compensare, auspicabilmente, fissando il livello del pH e del bicarbonato del sangue.

Il sistema che fa questo è il sistema respiratorio.

Il sistema compensatorio fa si che il sistema respiratorio  ipoventili (cioè diminuisca la frequenza di respirazione). L’effetto è quello di trattenere CO2 mantenendo così la PCO2 in modo da riportare il pH alla normalità riducendo il suo valore.

Il Paziente in tali condizioni sarà quindi Bradipnoico.

 

Puoi trovare utile il mio articolo sui tre Sistemi per la regolazione del pH

 

Valori di laboratorio previsti

Se un paziente è affetto da alcalosi metabolica i valori di laboratorio saranno i seguenti:

  • HCO3: aumenta > 26 
  • PH del sangue: aumento > 7,45
  • PaCO2: > 45 o normale  (può essere normale quando il corpo non sta ancora compensando, mentre sarà aumentato quando il corpo tenta di compensare. Importante ricordare che l’apparato respiratorio cerca di ridurre il pH dal suo stato alcalino provocando ipoventilazione (bradipnea). In questo modo il sistema respiratorio spera che vi sia un aumento della CO2 tale da far diminuire il pH e che i reni inizieranno ad espellere il bicarbonato, portando così a una riduzione dell’HCO3.

Ricorda quali sono i valori normali:

pH = 7,35-7,45
PaCO2 = 35-45
HCO3 = 22-26

 

 

Cause di alcalosi metabolica

Un trucchetto molto semplice per ricordare le cause piè comuni di alcalosi metabolica è, come detto all’inizio, ricordare una semplice parola.

La parola da ricordare è  “ALCALI” (** queste sono le cause più comuni)

A= La produzione eccessiva di Aldosterone (iperaldosteronismo) attiva il sistema renina-angiotensina-aldosterone: la corteccia surrenale sta rilasciando troppo aldosterone che causa il riassorbimento del sodio ( Na ) nel tubulo renale determinando la perdita di ioni idrogeno causando ritenzione di bicarbonati (HCO3);

L= Lasix o terapia tiazidica: fa sì che i reni perdano  ioni idrogeno e il cloruro attraverso l’urina (ANCHE LA PERDITA K +) che a sua volta determina un aumento del bicarbonato;

C= Cibo alcalino (bicarbonato di sodio, latte, antiacidi) l’assunzione aumenta il livello di bicarbonati nel sangue;

A= Anticoagulante “citrato” (usato come agente di deposito nel sangue e durante le forme continue di terapia sostitutiva renale) causato da una massiccia trasfusione di sangue intero (il paziente necessita di diverse unità di sangue) e il corpo metabolizza il citrato usato nel sangue come aumenta il livello di HCO3 nel corpo. Inoltre, anche i pazienti sottoposti a forme continue di terapia sostitutiva renale (CRRT) (una terapia alternativa per i pazienti che non possono essere sottoposti ad emodialisi) possono rispondere in questo modo al citrato utilizzato nella terapia.

L= Perdita di Liquidi (** vomito e ** suzione GI tramite SNG) quindi questi fluidi sono ricchi di K+ , quando persi, causano anche la perdita di ioni idrogeno e questo fa aumentare il livello di bicarbonato. Inoltre bassi livelli di potassio causano il riassorbimento di HCO3-;

I= Aumento della somministrazione di bIcarbonato di sodio (cercando di correggere l’acidosi metabolica)

 

 

Segni e sintomi di alcalosi metabolica

 

  • Bradipnea (ipoventilazione) <12 bpm;
  • Molti sintomi dovuti a basso contenuto di potassio (aritmia), tetania, tremori, debolezza muscolare / crampi, stanchezza, irritabilità, vomito, depressione ST, onda T piatta o invertita e onda a U prominente).

 

 

Interventi infermieristici per alcalosi metabolica

 

  • Sulla base della causa: vomito (somministrare antiemetico ex: Zofran) bloccare i diuretici;
  • Il medico può prescrivere Diamox (inibitori dell’anidrasi carbonica): un diuretico che riduce il riassorbimento di bicarbonato;
  • Monitorare gli EGA e i segni di difficoltà respiratoria;
  • Monitorare i livelli di potassio e cloruro ( che in questa condizione vengono persi ).

 

Conclusioni

Bene cari colleghi, in questo articolo abbiamo esaminato insieme tutti gli aspetti dell’alcalosi metabolica, dalla definizione agli Interventi Infermieristici.

Molto utile la parola ALCALI per ricordare le cause più comuni di Alcalosi Metabolica.

Se questo articolo ti è piaciuto dimmelo con un “mi piace” qui sotto

 

 

Per accedere al Quiz CLICCA QUI!

 

 

MAGARI TI INTERESSA ANCHE

 

[:]
Iscriviti alla News Letter
 

Inserisci i tuoi dati e resta InFormato ! Il tutto in maniera completamente GRATUITA!!!

Riceverai periodicamente:

  • tutte le novità dal Blog;
  • Gli ultimi Articoli;
  • Le info sui Concorsi;
  • Le info sulle Mobilità.

Iscriviti ORA!!!!

We respect your privacy.
Condividi :